Alcuni importanti quesiti su Aladent

Consulta le riposte

Che cosa si intende per fotodinamica?

Fotodinamica è una metodica terapeutica che prevede l’ attivazione di un composto fotosensibilizzante mediante una sorgente luminosa.
Il fotosensibilizzante viene somministrato in maniera selettiva nei tessuti bersaglio. Durante l’ attivazione il fotosensibilizzante converte l’ energia luminosa in energia chimica mediante la produzione di  ROS ( Reactive Oxygen Species ), che sono i responsabili dell’ effetto biologico desiderato ( distruzione selettiva di cellule tumorali o di patogeni mediante stress ossidativo ).

Qual’ è il meccanismo di azione di Aladent ?

Aladent è un medical device composto da uno speciale  termogel brevettato ( gel che solidifica a temperatura corporea ),  contenente acido delta-aminolevulinico (ALA). Si tratta di un composto omologo utilizzato dal nostro organismo per la sintesi del EME.

La somministrazione topica di ALA stimola la sintesi di EME  anche da parte di cellule che normalmente non sono deputate a questo compito: la sintesi però non si completa perché altri componenti metabolici sono scarsamente presenti nel substrato: il risultato del processo  è l’ accumulo di un intermedio della sintesi dell’ EME: la Protoporfirina IX, un potentissimo fotosensibilizzatore.

La velocità di sintesi di Protoporfirina IX dipende dal metabolic rate della singola cellula; in generale le cellule displastiche o tumorali hanno un rate molto maggiore delle cellule ‘sane’: dopo un certo periodo di incubazione solo le cellule bersaglio contengono una quantità significativa di fotosensibilizzante: questo permette un trattamento di elevata selettività.

Perché Aladent si attiva con la luce rossa visibile?

Ciascun  fotosensibilizzante, in virtù della propria struttura chimica, assorbe energia luminosa in bande spettrali definite. Nel caso di Aladent il composto fotosensibilizzante è la Protoporfirina IX,  la quale possiede una banda di attivazione intorno ai 630 nm ( rosso). Ciò è vantaggioso in quanto la luce rossa ha una forte capacità di penetrazione nei tessuti e non provoca effetti biologici collaterali.

In quali branche della medicina è utilizzata?

La fotodinamica viene utilizzata clinicamente da circa 30 anni nella dermatologia oncologica. Oggi costituisce il ‘gold standard’ per il trattamento di epiteliomi non pigmentati ( cheratosi attiniche e basaliomi piani ).

In ambito oculistico da circa 20 anni per il trattamento della degenerazione maculare senile neovascolare. Si utilizza per il trattamento non invasivo dei tumori degli organi cavi  : esofago (Barrett)  e  vescica. Negli ultimi dieci anni  hanno avuto grande sviluppo le applicazioni antimicrobiche della terapia fotodinamica nel settore dermatologico, per la cura delle infezioni cutanee, acne e  ulcere.

Perchè la fotodinamica ha una azione antimicrobica?

Anche i patogeni ( batteri, funghi, lieviti ) possiedono la capacità di trasformare ALA in Protoporfirina IX, anzi  proprio nei patogeni la velocità di sintesi di Protoporfirina IX è massima. L’aspetto certamente  più interessante, oltre alla dimostrata efficacia , è che  non induce resistenze nei patogeni.

Perchè veicolare l’ALA con il gel brevettato da A.S.?

La biodisponibilità di ALA dipende in maniera sostanziale dal veicolo, il termogel utilizzato permette un efficace trasferimento nei tessuti senza necessitare di occlusione. Possiede inoltre un elevato grado di mucoadesività. Il veicolo permette una shelf life di 24 mesi del prodotto ma solo con  un acido di elevatissima purezza non reperibile sul mercato ordinario.

ALADENT è in grado di superare la barriera del biofilm?

Come è noto i biofilm mostrano una differenziazione funzionale: la popolazione cellulare, interfaccia tra la colonia e l’ ambiente circostante esercita un funzione di filtro, bloccando o, a secondo dei casi, facilitando l’ ingresso di determinate sostanze all’ interno della colonia (es. bloccando l’ ingresso di antibiotici o coloranti sintetici ). Diversi studi hanno dimostrato che ALA viene percepito come una sostanza nutriente, e per questa ragione  può superare la barriera del biofilm per poi trasformarsi in  Protoporfirina IX

Il paziente prova dolore?

Il Ph di Aladent è acido ( 3.0 ) quindi al momento dell’ applicazione, ma solo  per qualche minuto, il  paziente può avvertire una leggera sensazione di pizzicore. Durante l’incubazione non viene percepito  nulla mentre è possibile avvertire un lieve pizzicore all’attivazione della luce.

Perchè occorre attendere circa un’ora prima di illuminare la zona dove è stato depositato ALADENT?

Per permettere la trasformazione di ALA in Protoporfirina IX.

Perché illuminare la zona interessata con il dispositivo a luce 630nm per almeno 7 min.?

per attivare il fotosensibilizzante ( Protoprfirina IX). Nei 7 minuti il fotosensibilizzante sottoposto a radiazione luminosa si consuma. Al termine di questo tempo  tutto il fotosensibilizzante presente nel tessuto si è esaurito.

La sonda luminosa va tenuta a contatto?

Si, ma senza esercitare pressione sui tessuti.

Possono esserci effetti collaterali indesiderati?

Sotto il profilo tossicologico sia ALA che Protoporfirina IX sono composti omologhi, ragion per cui  anche una eventuale ingestione non rappresenta un problema; nell’ arco delle successive  36/48 ore i meccanismi di omeostasi rimuovono ogni eccesso di ALA e Protoporfirina IX dai tessuti. In questo lasso di tempo è presente una debole fotosensibilità ( diffusa a tutto l’ organismo ) per cui è opportuno evitare l’ esposizione diretta e prolungata al sole o alle lampade abbronzanti.

Quali precauzioni deve seguire il paziente ?

Evitare di esporsi al sole diretto  o a lampade abbronzanti nelle 48 ore successive al trattamento.

Occorre utilizzare un laser ?

No, per l’ attivazione del fotosensibilizzante viene utilizzato una luce  Led  ad alta potenza e con un ampio raggio di uscita. Inoltre, a differenza della tecnologia  laser, la luce non coerente emessa dai Led non è pericolosa né per il paziente né per l’ operatore.

Fai una domanda

Risponderemo nel più breve tempo possibile.