LA MALATTIA PARODONTALE

La paradontite

interessa , con  vari livelli di gravità , circa tre quarti della popolazione adulta: Essendo spesso asintomatica soltanto una bassa percentuale della popolazione ne è consapevole.  Per questo è fondamentale insistere con tutti i mezzi di comunicazione  perché  la visita di controllo dal dentista divenga un normale routine.

L’infiammazione della gengiva marginale, chiamata gengivite, é  uno dei segni cardine della malattia parodontale e si manifesta con rossore, gonfiore e sanguinamento. Se questa fase reversibile della malattia non viene trattata con una buona igiene domiciliare e professionale, la gengivite si sviluppa ed evolve, nella maggior parte dei casi, in parodontite. La gengiva si allontana dal dente, l’osso si riassorbe creando le cosiddette tasche parodontali in cui si accumula più facilmente la placca che, calcificando, diventa tartaro. La presenza di placca e tartaro sottogengivale è responsabile della progressione della malattia: il riassorbimento osseo provoca la mobilità dei denti e, se il paziente non si rivolge a un odontoiatra e a un igienista per il trattamento opportuno, la malattia parodontale provoca la perdita di denti anche quando perfettamente sani.

Epidemiologia, cause e correlazioni sistemiche.

La malattia parodontale è presente, in forme da lievi a gravi, nel 50% della popolazione sopra i 35 anni e nel 65% della popolazione sopra i 65 anni.
E’ una patologia multifattoriale e il suo sviluppo é  strettamente legato alla presenza di placca batterica e tartaro, terreni fertili per la colonizzazione di batteri patogeni. La presenza di placca e di batteri sono una causa molto diffusa  ma non sufficiente; Infatti anche  la predisposizione genetica, che determina una minor risposta immunitaria nel distretto della bocca, gioca un ruolo determinante nella patogenesi di questa patologia. Esistono, inoltre, altri importanti fattori di rischio che concorrono all’instaurarsi e/o al progredire della malattia quali fumo, stress, gravidanza, otturazioni debordanti, terapie farmacologiche tra i quali tutt’altro che secondari sono gli anti depressivi. Infine  il diabete ormai diffuso a tutte le età,  oltr alle varie patologie sistemiche.

La perimplantite.

La causa della perimplantite è la presenza di batteri che attaccano l’apparato di supporto dell’impianto. In un primo momento l’infezione interessa la gengiva, poi si spinge in profondità causando il riassorbimento dell’osso. Anche qui, come nella parodontite, si formano delle tasche, dove proliferano i batteri. E’ spesso causa di dolore nella zona intorno all’impianto dentale.

Terapia

  1. Trattamento non chirurgico.
    Gengivite e parodontite sono malattie causate da batteri colonizzatori. Quindi la prima fase di terapia mira alla:
  • motivazione a una corretta igiene orale domiciliare;
  • eliminazione di placca batterica e tartaro dalle superfici dentali e radicolari (scaling sottogengivale);
  • eliminazione dei fattori irritanti indiretti (restauri debordanti o carie);
  • trattare con ALADENT.

    Inoltre occorre un controllo dello stile di vita del paziente (eliminazione o riduzione del fumo ecc. ).Se il paziente collabora la terapia non chirurgica  può portare  a un sostanziale miglioramento delle condizioni parodontali.
    L’applicazione di ALADENT  va ripetuta dopo 2/3 settimane e, in ogni caso , solo a seguito di un’attenta rivalutazione, dove si potrà decidere  o meno il passaggio a una fase chirurgica. Se questa non fosse necessaria è bene sottoporre il paziente a una lastra radiografica di controllo a distanza di  3/6 mesi.

  1. Trattamento chirurgico.
    La terapia chirurgica viene presa in considerazione soltanto se permangono delle tasche profonde dopo la terapia iniziale. L’obiettivo della chirurgia parodontale è l’eliminazione delle tasche gengivali e ossee,ovvero l’eliminazione delle nicchie ecologiche che favoriscono la crescita dei batteri patogeni. Grazie alle più moderne tecniche é possibile, ma solo in casi selezionati, ottenere la rigenerazione dei tessuti ossei e gengivali perduti.

Desideri altri dettagli su Aladent?

Richiedi maggiori informazioni

Ricevi subito una  consulenza
Tel: +39.0295738540

Select Language »